logo-mini

Un 2015 meraviglioso/In Europa I parte

SOMMARIO

Ci sono le grandi rassegne con l’arte, meta clou per ogni appassionato, come il Tefaf di Maastricht e Art Basel a Basilea. I festival folcloristici dove scoprire la cultura spagnola e quelli musicali, tra i più famosi al mondo. Le rassegne londinesi con letteratura (London Book Fair), arte (London Art Fair) e teatro (Regent’s Park Open Air Theatre). Ecco 72 eventi europei imperdibili per il nuovo anno, distribuiti su 25 città

Banner 300x250

Offerte Speciali
Amazon per Oftravel









Un 2015 meraviglioso/In Europa I parte

Leggi anche:
Un 2015 meraviglioso/In Italia
Un 2015 meraviglioso/Nell’Expo: le mostre imperdibili
Un 2015 meraviglioso/Nell’Expo: tra musica, teatro, moda, design e…
Un 2015 meraviglioso/Nell’Expo: c’è il Festival dell’acqua, e l’ultima tappa del Giro d’Italia. la gastronomia latina e…
Un 2015 meraviglioso/In Europa II parte

Spesso un singolo evento (che sia una fiera particolare, la mostra dell’artista più apprezzato o la performance del cantante più amato) può essere motivo di viaggio. Anche oltre confine. Ma per organizzarsi per tempo occorre muoversi d’anticipo. Con oltre 70 eventi disseminati tra le più belle città europee (25 in tutto), questo è un piccolo assaggio di quello che il 2015 rappresenterà in termini di rassegne culturali, artistiche, cinematografiche e musicali. Mese per mese.

Gennaio

Il primo mese dell’anno si è aperto, in Europa, con importanti appuntamenti. A Londra, dal 21 al 25 gennaio, si aspetta la London Art Fair, importante manifestazione britannica dell’arte moderna e contemporanea che riunisce 128 gallerie. A Rotterdam, invece, è in programma dal 21 gennaio al 1° febbraio l’International Film Festival, considerato tra i principali festival cinematografici europei, riservato ai registi emergenti e ai nuovi film indipendenti, affiancando le proiezioni dei film a spettacoli dal vivo e all’arte visiva. Ad Amsterdam prosegue la magia del Light Festival (fino al 18 gennaio), mentre Parigi si lascia incantare dagli spettacoli del Festival Mondial du Cirque de Demain, in scena dal 29 gennaio al 1° febbraio.

Febbraio

La 65ª edizione del Festival Internazionale del cinema di Berlino (Internationale Filmfestspiele Berlin) inaugura il secondo mese dell’anno. Il Festival, in programma per dieci giorni dal 5 al 15 febbraio, presenta ogni anno circa 400 film, e si trova suddiviso in nove sezioni: Competion, Berlinale Shorts, Panorama, Forum, Generation, Perspektive Deutsches Kino, Berlinale Special, Retrospective e Homage. Quest’anno la retrospettiva si intitola “Technicolor glorious. From George Eastman House and Beyond” e presenta 30 pellicole, alcune delle quali restaurate minuziosamente, realizzate agli albori del technicolor, fino al 1953.

Febbraio, nei Paesi Bassi, fa invece rima con arte, con la Art Rotterdam, sedicesima edizione della fiera internazionale dell’arte in programma dal 5 all’8 febbraio nella location di Van Nellefabriek, che suddivide in 4 sezioni (Main section, New art section, Projections, Intersections) le numerose gallerie internazionali partecipanti.

A Londra è invece tempo di sfilate e passerelle, con la London Fashion Week (20-24), ma anche dell’inaugurazione alla Tate Modern dell’esposizione dedicata all’artista sudafricano contemporaneo Marlene Dumas (“Marlene Dumas: The Image as Burden) che proseguirà fino al 10 maggio, mentre alla Tate Britain, dal 25 febbraio al 7 giugno, va in scena “Salt and Silver: Early Photography 1840-1860”, esposizione che mostra la fotografia di fine ottocento, tra paesaggi, ritratti e scene rubate dalla vita quotidiana. L’8 febbraio inizia invece a Basilea, alla Fondazione Beyeler, la mostra dedicata a Paul Gauguin che proseguirà fino a fine giugno, esponendo circa 50 capolavori dell’artista francese provenienti dai più rinomati musei internazionali e dalle collezioni private.
Infine dal 23 al 24 febbraio è in programma la Social Media Week che si svolgerà in contemporanea a Copenaghen, Amburgo, Milano, New York, Bangalore (India), Jakarta (indonesia) e Lagos (Nigeria). Una sorta di “festival della rete” che indaga, con incontri e workshop, i nuovi trend (e le loro potenzialità) che interesseranno i social nel corso del 2015 e del prossimo anno.

Marzo

Riapre a Maastricht, dal 13 al 22 marzo, Tefaf (immagine di copertina), tra le fiere più rinomate al mondo (se non la più), in tema di arte e antiquariato, in grado di attrarre, ogni anno, centinai di migliaia di commercianti, studiosi, critici d’arte e collezionisti. Al pubblico (acquirente e non) vengono presentate 275 gallerie provenienti da 20 Paesi nel mondo, le cui opere sono garantite di autenticità dal lavoro di verifica minuziosa svolto da 175 esperti del settore.

Cebit è invece tra gli eventi cult nel settore tecnologico, in programma ad Hannover (in Germania), dal 16 al 20 marzo, che analizzerà, come trend dell’anno, specialmente mobile, social, cloud e security. Sarà dedicato interamente alle start up il padiglione 11, nominato CeBit Scale 11: The Source of Digital Innovation; mentre al padiglione 9, università e istituti di ricerca presenteranno i propri lavori sugli affascinanti temi del 3D, intelligenze artificiali, cybersicurezza e industria 4.0.

Marzo è anche il mese del St. Patrick’s festival, occasione in cui tutta l’Irlanda festeggia con parate, musica e fuochi d’artificio, il patrono del Paese. La ricorrenza cade ogni anno il 17 marzo ed è osservata anche da quegli irlandesi emigrati all’estero. Le celebrazioni si estendono infatti anche in Inghilterra, Stati Uniti, Canada e Australia, ma è Dublino il palcoscenico delle feste più folli che proseguono ininterrotte per tutta la settimana e culminano nella grandiosa parata del 17 marzo.

Il 29 marzo si celebra invece a Londra, come da tradizione, The Head of River Race, competizione agguerritissima in cui 400 squadre di canottaggio provenienti da tutto il mondo, si sfidano lungo il Tamigi, in un percorso lungo 7 chilometri.

E a proposito di sport, a fine marzo (precisamente il 28, fino al 4 aprile), si disputerà a Malmö (in Svezia) il 18° Campionato mondiale di hockey su ghiaccio femminile. La Spagna, invece, sarà protagonista dal 14 al 19 marzo con il tradizionale festival Las Fallas di Valencia, una tradizionale festa che rappresenta per gli abitanti un “rito di purificazione” che prevede che vengano bruciate oltre settanta statue satiriche (chiamate fallas), alte fino a 30 metri, e altrettanti ninot, i pupazzi di cartapesta, la cui realizzazione richiede tempi molto lunghi. E la festa prosegue tra carri, sfilate, maschere e balli, culminando con un incredibile spettacolo pirotecnico.

Per quanto riguarda invece l’arte, a Londra la National Gallery inaugura il 4 marzo un tributo a Paul Durand-Ruel con la retrospettiva Inventing Impressionism, presentando oltre 85 capolavori del movimento artistico; mentre a Madrid, il Museo del Prado allestisce dal 24 marzo al 28 giugno l’esposizione su Rogier van der Weyden, in occasione della restaurazione del Calvario di El Escorial e rappresenta un’opportunità per ammirare il Descendimiento de la Cruz e la Virgen Durán juntas.

Aprile

Londra è tra le città protagoniste del mese di aprile con due celebri appuntamenti: London Book Fair (14-16 aprile) e Virgin Money London Marathon (26 aprile). La Fiera del libro raccoglie i nomi più autorevoli della scena editoriale, cinematografica e televisiva, organizzando centinai di eventi e coinvolgendo ogni anno oltre mille relatori. La maratona invece, organizzata dal 1995 per scopi benefici, si snoda in un percorso lungo 42 chilometri che attraversa le principali attrazioni della città.

Dal 10 al 12 aprile, arriva invece a Parigi la decima edizione di ÉCU (The European Indipendent Film Festival) che, come ogni anno, andrà alla ricerca dei migliori film indipendenti provenienti da tutto il mondo, suddivisi in 14 categorie, di cui 7 aperte a autori oltre oceano. Al festival si affiancano poi workshop, incontri, party e musica dal vivo.

Il 27 aprile è invece il giorno in cui l’Olanda celebra il King’s Day, il secondo dal 2014, con l’incoronazione del re Willem-Alexander, che si sostituisce al Queen’s Day, festa nazionale nata nel 1885 per rendere omaggio alla nascita della sovrana Wilhelmina. Gli abitanti si riversano nelle strade delle città vestiti di arancione da capo a piedi e dando il via a una grande festa all’aperta. Ad Amsterdam si organizzano i festeggiamenti più grandi.

Infine si svolgeranno in Francia, precisamene a Montpellier i VI Campionati europei individuali di ginnastica artistica, dal 13 al 19 aprile, nelle diverse discipline comprendenti trave, parallele asimmetriche, corpo libero, volteggio.

Maggio

Numerosi gli eventi pensati per il quinto mese dell’anno, dove la musica sembra fare da padrona. Si terrà a Vienna la sessantesima edizione dell’Eurovision Song Contest, il famoso concorso canoro, nelle date del 19, 21 e 23 maggio; mentre a Barcellona, tra il 28 e il 30 maggio, riapre il palco di Primavera Sound, festival musicale che vedrà esibirsi anche il gruppo americano The Strokes. Parigi, con We Love Green, in programma gli ultimi due giorni del mese, porta invece in scena un festival verde ed ecologico dedicato alla musica, dove tutto è pensato alla tutela dell’ambiente: dalle scenografie riciclate all’utilizzo di energie rinnovabili e dal riutilizzo dei rifiuti a incontri per sensibilizzare il pubblico su queste tematiche.

Maggio è anche il mese che tradizionalmente inaugura la stagione estiva del Regent’s Park Open Air Theatre, l’offerta culturale di Londra per assistere a commedie, tragedie e musical, nella suggestiva cornice del Regent’s Park, auditorium che offre oltre 1200 posti, dove godersi ogni sera spettacoli e rilassarsi con gli amici, improvvisando pic-nic e aperitivi.

La Spagna, invece, celebra il documentario con due importanti rassegne: Docs Barcelona (27 maggio-1° giugno) e Documenta Madrid (30 aprile-10 maggio). Entrambi i festival, con una vocazione internazionale, mirano a descrivere l’attuale realtà culturale, economica, artistica e ambientale, attraverso il mezzo del documentario. Rassegna simile prevista anche a Monaco dal 7 al 17 maggio con la trentesima edizione dell’International Documentary Film Festival, evento che nel 2014 ha presentato 137 film provenienti da tutto il mondo.

Per quanto riguarda invece lo sport, a Praga e a Ostrava (Repubblica Ceca) si disputerà, dal 1° al 17 maggio, il 79° Campionato mondiale di hockey su ghiaccio maschile.
Infine, tra i maggiori appuntamenti di maggio, si trova anche il Festival di Cannes, giunto alla sua 68esima edizione e atteso tra il 13 e il 24 maggio.

Giugno

La musica è uno dei protagonisti dell’inizio dell’estate. In Olanda c’è Amsterdam Open Air il 6 e il 7 giugno, di cui ancora non è stata svelata la line-up; in Spagna si balla al festival di Barcellona Sonar (18, 19 e 20 giugno, dove si attendono anche i The Chemical Brothers) e al Festival Pedralbes (12 giugno-10 luglio); mentre in Norvegia va in scena il Norvegian Wood Festival nelle date del 10, 11, 12 e 13 giugno, dove al Frognerbadet di Oslo sono attesi grandi artisti tra cui Jackson Browne. In Inghilterra, dal 24 al 28 giugno, è poi atteso il Glastonbury Music Festival, uno tra i più famosi festival musicali che ha registrato lo scorso anno oltre 177.000 presenze e 700 performance.

Rimanendo in terra britannica, il 13 giugno, è grande festa con Trooping the Colour, la grandiosa parata per celebrare il compleanno della regina Elisabetta (che cade in realtà il 21 aprile) che si svolge nell’ampio campo di Horse Guards Parade, dove la regina guida in carrozza le truppe, attraversando il Mall, fino a Buckingham Palace, e, poi, assieme alla famiglia reale, assiste alle esibizioni della RAF.

Grande attesa poi per Art Basel prevista a Basilea tra il 18 e il 21 giugno, meta preferita degli appassionati d’arte da tutto il mondo, definita dal New York Times come “Olimpiadi dell’arte”. La fiera presenta 300 gallerie provenienti da tutti e cinque i continenti, con le opere moderne e contemporanee di 2.500 artisti diversi. Presenti anche i più famosi maestri dell’arte moderna e contemporanea, da Picasso, Miro, Klee, Warhol e Jeff Koons. Gli appuntamenti con Art Basel sbarcano poi anche a Hong Kong (15-17 marzo) e Miami (3-6 dicembre).

A Vienna, fino al 21 giugno, si organizza invece il Wiener Festwochen, festival multidisciplinare nato nel 1951 con l’intenzione di mostrare al mondo che una città come Vienna, segnata dalle devastazioni della guerra mondiale, era in grado di impegnarsi nella promozione di grandi opere culturali. White Nights Festival di San Pietroburgo, atteso per la fine di giugno, comprende invece balletti classici, opere e concerti musicali, offrendo anche al pubblico uno spettacolo pirotecnico con l’arrivo di una barca di (finti) pirati.

In Scozia, precisamente a Edimburgo, è invece tempo della 69esima edizione dell’International Film Festival, organizzata dal 17 al 28 giugno, che distribuisce premi in cinque categorie, tra cui Best International Feature Film e Best International Documentary Feature.

Infine giugno è il mese in cui a Berlino si svolge da tradizione il Carnevale delle Culture, un evento che ogni anno riunisce centinai di migliaia di partecipanti, per assistere agli spettacoli in maschera degli oltre 5000 personaggi che si esibiscono tra strade e palchi e sfilano nella parata domenicale.

© Of-Osservatorio finanziario riproduzione riservata

StrumentiFoto, Video,
Cartine, Street View

La Cartina interattiva. I Video. Le Foto. La Street View, per essere già lì, nei luoghi e per gli Eventi in cui si parla nell'articolo.

Cartina

Foto/Video

Street View