logo-mini

Lonely Planet Best in Travel 2015/Le 10 migliori regioni da visitare il prossimo anno

SOMMARIO

Dal deserto ghiacciato di Svalbard alle giungle di Toledo. Dalla storia millenaria della Penisola di Gallipoli alla rapida espansione di Macao. Dai boschi e le tundre del Rocky Mountain al cielo stellato di Atacama. Queste sono solo alcune delle regioni da visitare nel 2015, protagoniste di anniversari, rari fenomeni naturali o stupefacenti lavori di ammodernamento

Banner 300x250

Offerte Speciali
Amazon per Oftravel









Lonely Planet Best in Travel 2015/Le 10 migliori regioni da visitare il prossimo anno

Leggi anche:
Lonely Planet Best in Travel 2015/I 10 migliori Paesi da visitare il prossimo anno
Lonely Planet Best in Travel 2015/Le 10 migliori città da visitare il prossimo anno

Rientrano nell’ambita classifica dei Best in Travel 2015 firmata Lonely Planet, dopo i 10 paesi imperdibili, anche le 10 regioni più promettenti dal punto di vista turistico. La nota casa editrice australiana specifica che, con il termine “regione”, si intendono porzioni di territorio con un paesaggio specifico o terre legate dalle stesse radici e dalla stessa cultura.
Dopo un’attenta analisi che ha coinvolto centinai di suggerimenti provenienti dagli autori e dalla community, ecco quali sono le migliori regioni dove organizzare un viaggio il prossimo anno.

1. Penisola di Gallipoli (Turchia)

Nel 2015, per i turchi, sarà tempo di festeggiare i primi cento anni di un anniversario importante, quello del marzo del 1915 che vide le truppe alleate sbarcare sui Dardanelli. Per la popolazione questo, assieme al secondo sbarco degli alleati del 25 aprile 1915, rappresenta una delle pietre miliari nello sviluppo della Turchia Moderna. E già preparano i festeggiamenti per commemorare il 100° anniversario.

2. Rocky Mountain National Park (USA)

Tempo di anniversari anche per questa regione statunitense che, con i suoi 570 chilometri di sentieri, meglio rappresenta il West americano. Boschi in alta quota (le vette superano anche i 4000 metri), tundre innevate, animali che pascolano liberi e fiumi ghiacciati, fanno del Rocky Mountain anche la meta più amata dagli escursionisti, mentre durante l’inverno è possibile praticare qualsiasi tipo di sport sulla neve, dallo sci alle ciaspolate.

3. Distretto di Toledo (Belize)

Toledo si trova nel profondo sud del Belize, ed è ancora meta esclusiva di viaggiatori avventurosi. Il 2015 potrebbe però essere uno degli ultimi anni in cui la regione rimarrà ancora esclusa dalle mete turistiche più battute. Con isole, giungle e antiche rovine Maya, non c'è infatti da meravigliarsi che la nazione centroamericana del Belize accolga ogni anno 300.000 visitatori. A supportare la tesi della fine dell’isolamento di Toledo ci sarebbe anche il prossimo completamento della strada asfaltata, costata 8 milioni di dollari, che condurrà fino al confine con il Guatemala e rientrerà nella Panamerican Highway.

4. Tasmania (Australia)

L'isola-stato situata nel sud est dell'Australia potrebbe vedere notevolmente aumentare, dal prossimo anno, il numero dei suoi turisti. È prevista infatti per il 2015 l’apertura della fase due del Three Capes Track, il maggiore itinerario costiero di bushwalking australiano (trekking nelle zone selvagge) che collegherà Denmans Cove, di fronte a Port Arthur, con Cape Hauy, attraverso 35 chilometri di sentieri a picco su splendide scogliere del Tasman National Park (immagine di copertina).

5. Norvegia settentrionale

Segnarsi in agenda questa data: 20 marzo 2015. Per questo giorno infatti è prevista un’eclissi che vedrà allinearsi perfettamente sole, terra e luna. Gli esperti hanno decretato il deserto ghiacciato di Svalbard, arcipelago tra Norvegia e Polo Nord, come luogo migliore per assistere al fenomeno, che tornerà in Europa solo nel 2026.

6. Khumbu (Nepal)

Secondo Lonely Planet basta il 50° anniversario del primo trekking commerciale organizzato in Nepal dal maggiore Jimmy Roberts, a valergli un posto nei Best in Travel 2015. Il Khumbu è la regione montuosa dell’Everest e può essere l’idea di un viaggio sulle orme di Tenzing e Hillary (i primi a raggiungere la vetta della montagna più alta del mondo).

7. Barranca del Cobre (Messico)

Presto l’aeroporto di Creel attiverà collegamenti con Houston e Dallas e con destinazioni messicane, come Cancùn e Città del Messico. E poi il nuovo parco avventura del canyon, Parque de Aventura Barrancas del Cobre, aggiunge la serie di zip-line più lunga del mondo, nel cuore del canyon. Infine, per il 2015, i tour operator propongono escursioni in bicicletta lungo la strada appena asfaltata che porta a Batopillas, città coloniale tra le valli del canyon.


8. Flores (Indonesia)

È lunga solo 380 chilometri, da est a ovest, ma l’isola di Flores ha comunque molto da offrire, diventata anche più agibile dopo il recente potenziamento degli aeroporti (specialmente con i voli da Bali) e il miglioramento delle strade. Inoltre il parco-isola di Rinca è stato oggetto di recenti lavori di ammodernamento, includendo nuovi servizi per i turisti, mentre grandi e piccole città sono state arricchite da nuovi uffici turistici, alberghi e ristoranti.

9. Deserto di Atacama (Cile)

Il 13 marzo 2013 è stato ufficialmente inaugurato ALMA (Atacama Large Millimeter/submillimeter Array), il progetto astronomico (costato 1 miliardo di dollari) nato dalla collaborazione tra Cile, Europa, Asia orientale e Stati Uniti, che permette di studiare la nascita delle stelle e di ottenere immagini dettagliate della loro formazione. Le antenne di ALMA, che rappresenta anche il più grande progetto astronomico esistente, sono state installate sul plateau di Chajnantor, a 5000 metri di altitudine nel deserto di Atacama. E adesso impazzano le escursioni notturne, guidate dagli astronomi, per osservare le stelle e l’incredibile cielo partendo dal villaggio di San Pedro de Atacama.

10. Macao (Cina)

Lonely Planet ne è certo: il 2015 sarà un anno eccezionale per Macao. Un mix culturale in espansione che è difficile trovare altrove: i turisti qui possono visitare un antico tempio buddista di mattina, affrontare il più alto bungee jumping nel pomeriggio e cenare in un raffinato ristorante stellato la sera. E poi nel prossimo anno sarà inaugurata la nuova metropolitana leggera che collegherà la penisola e le isole, nonché l’apertura di una sfilza di nuovi casinò e il completamento del più lungo ponte in costruzione tra Macao, Hong Kong e la Cina.

© Of-Osservatorio finanziario riproduzione riservata

StrumentiFoto, Video,
Cartine, Street View

La Cartina interattiva. I Video. Le Foto. La Street View, per essere già lì, nei luoghi e per gli Eventi in cui si parla nell'articolo.

Cartina

Foto/Video

Street View