logo-mini

Le più belle mete europee per l’agosto: prenotare adesso costa meno

SOMMARIO

Grecia, Croazia, Malta, Turchia. Se non ci si allontana troppo da casa, e si parte ad agosto, questo è il periodo migliore per acquistare il volo. A rivelarlo è Skyscanner, colosso nella comparazione delle tariffe aeree, togliendo così ogni dubbio. Ma con alcuni accorgimenti: se si sognano Francia, Portogallo, USA e Thailandia si è già fuori tempo massimo. Ecco quindi le tariffe di otto perle baciate dal sole

Banner 300x250

Offerte Speciali
Amazon per Oftravel









Le più belle mete europee per l’agosto: prenotare adesso costa meno

Leggi anche:
Agosto in Spagna? È il momento giusto per prenotare il volo

Il 73% degli italiani sbaglia e si perde le offerte migliori. Qual è il periodo giusto per prenotare il volo? Secondo Skyscanner, il portale che confronta le tariffe di oltre 1.000 compagnie aeree, 7 settimane prima della partenza, consentendo così un risparmio medio del 13%.
Il che significa che, se agosto è il mese prescelto per la partenza, questo è il momento migliore per acquistare il volo. Con alcune differenze: la regola delle 7 settimane varrebbe per quelle tratte a corto-medio raggio, come Spagna, Grecia e Inghilterra, mentre si rivela essere un periodo troppo ravvicinato per destinazioni come Francia (14 settimane prima) e Portogallo (18 settimane). Infine, per i paesi oltreoceano, è consigliabile muoversi con largo anticipo: la vacanza negli Stati Uniti deve essere prenotata 18 settimane prima dalla partenza, 20 se ci si reca in Thailadia.
Ecco quindi le tariffe dei voli segnalate da Skyscanner (con partenza l’11 agosto e ritorno il 24), per raggiungere otto popolari mete, tra Grecia, Croazia, Turchia e Malta. Le tariffe sono state ricercate in data 24 giugno e potrebbero subire modifiche anche nel breve periodo.

Atene



Culla della civiltà occidentale, ricca di storia e arte, ma anche moderna capitale europea. Nonché punto di partenza per raggiungere via mare le numerose isole greche.
Tappa irrinunciabile ad Atene è l’Acropoli, il più grande complesso architettonico e artistico lasciato dalla civiltà greca, patrimonio Unesco e simbolo nazionale. Al suo interno sono conservati i più importanti monumenti dell’arte classica: il Partenone, voluto nel 447 a. C. da Pericle, il Tempio di Atena Nike, il Tempio di Eretteo, la Loggia della Cariatidi, l’Antico Tempio di Atena, il Santuario di Pandion, il teatro di Dioniso, l’Odeo di Erode Attico e il Santuario di Asclepio.

Indispensabile anche una visita al Museo Archeologico, considerato tra i dieci musei più importanti al mondo, che al suo interno conserva anche il tesoro di Micene, ritrovato da Schliemann nel 1876, compresa la Maschera Funerea, conosciuta anche come Maschera di Agamennone. E poi i mercati e la vivacità del quartiere Monastiraki; le botteghe di Plaka, la parte più antica della città; Gazi, il quartiere degli artisti; Psiri, il più alla moda, e Piazza Syntagma, cuore della città, caratterizzata da stradine, ristoranti, piazzette e angoli di ritrovo.

Volare ad Atene partendo l’11 agosto e tornando il 24, costa 164 euro partendo da Roma Fiumicino, con scalo intermedio a Linate durante il tragitto di andata; 159da Napoli, con scalo a Linate all’andata e a Roma al ritorno; 203da Milano Malpensa, dopo aver effettuato sosta a Roma; 263 da Bari, con scalo nuovamente a Roma e, infine, 334 da Milano Linate, prevedendo scalo ad Amsterdam l’11 agosto e scalo a Roma il 24. Tutti i voli elencati sono operati da Alitalia. Corfù



La chiamano Isola verde e in effetti è la più verdeggiante (e la seconda per dimensioni) delle isole greche. Corfù (foto di copertina) ospita incantevoli spiagge (tra cui Agios Georgios, Kassiopi, Kalami e Barbati), ma non solo: è anche la sede dell’Achilleion, la maestosa residenza voluta dalla regina Elisabetta d’Austria, conosciuta anche come Sissi, comprata poi dal kaiser Guglielmo II. La principale città dell’isola, l’omonima Corfù (Kerkira), è sito Unesco dal 2007, ricca non solo di patrimoni architettonici, ma anche di locali e ristorantini. Non mancano poi i tipici villaggi di pescatori, come il pittoresco Benitses e cornici panoramiche di rara bellezza, come quella offerta dalla cittadina di Palaiokastritsa, a 25 km da Corfù.

Guarda il video che raccoglie le foto dell’Achilleion, la residenza di Sissi


Raggiungere l’isola di Corfù dall’11 al 24 agosto, costa 369 euro partendo da Roma Fiumicino (FlyNiki, Aegean Airlines), con scalo intermedio a Vienna all’andata e ad Atene al ritorno; 397 da Milano Malpensa (Air Berlin, Smart Wings), con scalo a Düsseldorf ; 496 da Bergamo Orio al Serio (Lufthansa, Aegean Airlines) con due scali (Monaco/Atene) e 607 euro partendo da Bologna, prevedendo medesimi scali di Bergamo.

Creta



La più grande delle isole greche è ricca di storia millenaria, caratterizzata da paesaggi montuosi, gole profonde e spiagge cristalline, come la celebre Elafonissi, una distesa di sabbia bianca con acque poco profonde. Creta ospita le gole più estese d’Europa, quelle di Samaria (18 km di paesaggio stupefacente), ma anche i resti di antiche civiltà: si trovano infatti qui il Palazzo di Cnosso, famoso per il mito del labirinto di Minosse, e il Museo Archeologico di Heraklion, che racchiude la più importante collezione di arte minoica al mondo. Da Milano Malpensa si spendono 310 euro partendo l’11 agosto, con scalo a Berlino durante il tragitto di andata e a Düsseldorf durante il ritorno; 316 invece partendo dall’aeroporto di Napoli (Air Berlin), con scalo a Monaco; 362 da Roma Fiumicino (Aegean Airline), con scalo ad Atene e 408 da Venezia con 2 scali per tratta (Vienna/Salonicco all’andata e Vienna/Monaco al ritorno).

Santorini



I suoi tramonti, specialmente quelli del pittoresco villaggio di Oia, sono diventati il simbolo delle bellezze greche. Santorini (foto di copertina), la più meridionale delle Cicladi, è un luogo dai mille volti. Ci sono i villaggi arroccati sulle scogliere, come il capoluogo Fira, nei tipici colori del bianco e dell’azzurro; le località balneari mondane, come Kamari e Perissa; cornici suggestive, come quelle di Red Beach, con la sua sabbia rossa e il mare cristallino e le viste panoramiche di Akrotiri, sul vulcano e i vigneti, villaggio che ospita anche scavi archeologici di epoca preistorica.

Con volo diretto (operato da Volotea), dall’aeroporto di Venezia, raggiungere l’isola di Santorini costa 392 euro. Si devono invece mettere in conto 442 euro se la partenza avviene da Roma Fiumicino (Aegean Airlines, easyJet), con scalo all’andata ad Atene; 444 da Palermo (Iberia, Volotea), con 2 scali all’andata (Roma e Barcellona) e volo diretto al diretto al ritorno. Infine, decollare da Malpensa, costa 507 euro, con due scali all’andata (Monaco/Atene) e uno al ritorno (Oslo). Il volo è operato da Lufthansa, Aegean Airlines e SAS.

Rodi



È la più grande delle isole del Dodecaneso e perla del Mar Egeo. Custode di una storia antichissima, con una città antica costruita dai Cavalieri Ospitalieri di San Giovanni, circondata da imponenti mura, con architetture di origine turca. E ancora: la città di Rodi, con i suoi palazzi, vicoli e botteghe, le chiese affrescate, l’acropoli di Lindos e le splendide spiagge, come quelle di Kalithea, costituita da baie sabbiose a pochi chilometri da Rodi, la baia di Anthony Quinn, insenatura di pietra con pinete e acque verdi e la spiaggia di Prassonissimi, dove si incontrano Egeo e Mediterraneo.

Con 343 euro si vola da Malpensa a Rodi, con scalo a Düsseldorf all’andata e a Vienna al ritorno (Air Berlin); 351 se invece si parte da Roma Fiumicino (Air Serbian, Aegean Airlines), che prevede ben due scali per tratta (Belgrado/Atene all’andata e Salonicco/Belgrado al ritorno). Il volo diretto da Bergamo Orio al Serio, operato da Ryanair, costa invece 433, mentre da Bologna si spendono 501 euro (Ryanair, Vueling Airline), con viaggio diretto all’andata e scalo a Barcellona al ritorno. Spalato



Si trova sulla costa dalmata ed è la seconda città più grande della Croazia, oltre che porto principale da cui partono i traghetti per le vicine isole, tra cui la più affascinante è Hvar (Lesina, foto in alto) , caratterizzata da uno stile veneziano. Spalato è famosa soprattutto per il Palazzo Diocleziano, cuore del centro storico e patrimonio Unesco, costruito con la pietra bianca dell’isola di Brazza, tra il 293 e il 305, per volere dell’imperatore. Ma qui trova sede anche il museo archeologico più antico della Croazia, con importanti collezioni del periodo preistorico, greco e romano.

Guarda il video su Spalato


Raggiungere Spalato partendo da Roma con volo diretto costa 206 euro (Croatia Airlines); 237 da Malpensa (Austrian Airlines, Croatia Airlines), con uno scalo all’andata a Vienna e due al ritorno (Zagabria, Vienna); 244 da Venezia (Alitalia, Croatia Airlines), con scalo a Roma; 306 da Linate (Lufthansa, Croatia Airlines), con due scali per tratta (Francoforte/Monaco all’andata, Zagabria/Francoforte al ritorno) e, infine, 303 partendo da Napoli con scalo intermedio a Fiumicino (Alitalia, Croatia Airlines).

Istanbul



Città a cavallo tra due continenti e per secoli crocevia di culture diverse tra loro, Istanbul è tra le mete più affascinanti dell’Asia Minore, ricca di storia e cultura, come testimoniano i numerosissimi luoghi da esplorare: la Moschea di Santa Sofia, la Moschea Blu, la Moschea di Solimano, il Palazzo Topkapi, abitazione del sultano che ospita anche il Museo archeologico e il padiglione del mantello sacro. Ma anche il Gran Bazar, un labirinto di stradine e passaggi che ingloba 4.000 negozi, centro pulsante della città vecchia. Ma le bellezze della Turchia non si esauriscono a Istanbul. Altre tappe obbligate di un tour nel paese sono la Cappadocia, nell’Anatolia Centrale, bene Unesco con un paesaggio irreale fatto di torri, crepacci, pinnacoli e villaggi rupestri, e le mete balneari più celebri, come le aree di Antalya, Bodrum, e le spiagge di Lara, Konyaalti, e Topcam.

Da Napoli, Istanbul si può raggiungere con 247 euro (alitalia, Air France), dopo aver effettuato due scali intermedi a Linate e Parigi (Marsiglia e Roma al ritorno). Il volo diretto, operato da Turkish Airlines, costerebbe invece 450 euro. 251 euro, invece, partendo da Roma Fiumicino (Alitalia, Air France) con scalo a Napoli e Parigi, mentre il diretto costerebbe quasi 100 euro in più (349 euro). Da Bologna si giunge a Istanbul con volo diretto operato da Pegasus a 280 euro, mentre da Linate occorre lo scalo ad Amsterdam, con una spesa di 302 euro.

Malta



A 80 km dalla Sicilia, nel cuore del Mediterraneo, sono racchiusi oltre 5000 anni di storia che racchiudono le tracce dei popoli che si sono qui susseguiti: fenici, greci, cartaginesi, romani, arabi, normanni, aragonesi, cavalieri di Malta, francesi e inglesi. I suoi templi sono considerati bene protetto Unesco, ma il più particolare è l’Hypogeum, unico tempio preistorico sotterraneo al mondo: un labirinto utilizzato in antichità come luogo di culto e sepoltura. Da visitare anche La Valletta, capitale di Malta, le catacombe di San Paolo, prova più antica della cristianità maltese e le vicine e verdi isole di Gozo e Comino, ideale quest’ultima per snorkeling, windsurf e immersioni. Anche gli amanti del bel mare troveranno pane per i loro denti: Mellieha Bay, Ghajn Tuffieha e Golden Bay sono alcune delle spiagge più rinomate.

Guarda il video sull’ipogeo e gli scavi archeologici di Malta


Infine, volare a Malta dall’11 al 24 agosto, costa 87 euro con volo diretto da Trapani, 262 da Bergamo Orio al Serio, 245 da Bologna (tutti e tre diretti e operati da Ryanair). 275 invece partendo da Linate (Lufthansa), con scalo intermedio a Francoforte e 255 da Roma Fiumicino (Lufthansa) con scalo a Düsseldorf all’andata e a Monaco al ritorno.

© Of-Osservatorio finanziario riproduzione riservata