logo-mini

Agosto in Spagna? È il momento giusto per prenotare il volo

SOMMARIO

Il volo per la Spagna costa meno se prenotato 7 settimane prima dalla data di partenza. Tagliando fino al 41%. A rivelarlo è stato Skyscanner, dopo una ricerca di confronti durata tre anni. Ecco quindi le tariffe di otto splendide destinazioni, tra mare e città, con partenza l’11 agosto. Ad esempio, volare a Barcellona costa 111 euro, 155 a Maiorca, 201 a Valencia e 256 nell'isola di Gran Canaria

Banner 300x250

Offerte Speciali
Amazon per Oftravel









Agosto in Spagna? È il momento giusto per prenotare il volo

Leggi anche:
Le più belle mete europee per l’agosto: prenotare adesso costa meno

La Spagna, in Europa, è la meta più scelta durante le vacanze estive, davanti a Francia e Italia.
Ma quando si trovano gli affari più convenienti? Qual è il periodo migliore per prenotare il viaggio? Esattamente 7 settimane prima della partenza. A dirlo è Skyscanner, il portale da oltre 25 milioni di visitatori unici al mese che confronta le tariffe di 1.000 compagnie aeree. Prenotare un volo con questo anticipo consentirebbe infatti un risparmio medio, sulla tariffa base, del 13% (ma che sale al 41% per le mete spagnole); mentre acquistarlo con un anticipo di 21 settimane, porterebbe a pagare il prezzo più salato.

Può sembrare una banalità, ma 7 italiani su 10 commettono errori, tra chi prenota con larghissimo anticipo e chi si affida al last second, perdendosi così le offerte più vantaggiose.
La regola delle 7 settimane non vale però per tutti: mentre per Spagna, ma anche Grecia e Inghilterra, ne occorrono tra le 6 e le 7 (con un risparmio al 41%, 34% e 43%), le cose cambiano per Portogallo e Francia, che ne richiederebbero rispettivamente 18 e 14, consentendo in questo modo di guadagnare 85 e 123 euro. Infine per le destinazioni a lungo raggio, come Stati Uniti e Thailandia, il lastminute perde la sua convenienza: i risparmi maggiori si ottengono infatti muovendosi con un anticipo di 18 e 20 settimane.

Se quindi si ha intenzione di preparare i bagagli durante le prime settimane di agosto, questo è il momento giusto per acquistare il biglietto aereo. Of ha quindi ricercato i voli più convenienti, segnalati su Skyscanner, per un viaggio dall’11 al 24 agosto verso otto popolari destinazioni spagnole, tra isole meravigliose e dinamiche città. Le tariffe sono state ricercate in data 24 giugno e potrebbero subire modifiche anche nel breve periodo.

Lanzarote



Meta di grande interesse naturalistico, Lanzarote, che, oltre a splendide spiagge, come Playa Papagayo e Playa Quemada, presenta incredibili parchi nazionali, come il Parque Nacional de Timanfaya (sede delle celebri Montagne di Fuoco), ma anche della Cueva de los Verdes, con le sue grotte sotterranee, di Ruta de los Volcanes e Los Hervideros. La capitale dell’isole, Arrecife, ospita il Castello de San Gabriel, costruito per scopi difensivi, dove al suo interno ha sede il Museo di arte contemporanea, dal quale, a 9 chilometri di distanza, si trova Costa Teguise, caratterizzata da piccole cave e caratteristiche casette basse e bianche.

Costa 589 euro volare a Lanzarote partendo da Milano Linate, con scalo intermedio a Madrid sia all’andata che al ritorno. Se si vogliono risparmiare oltre 100 euro, e si ha spirito di adattamento, è possibile spenderne 422, mettendo in conto due scali intermedi per tratta, a Madrid e a Las Palmas de Gran Canaria. Se invece l’aeroporto di partenza è quello di Bologna, la spesa ammonterà a 492 euro (voli operati da Iberia) e con scalo intermedio a Madrid per entrambe le tratte; 416 invece se si parte da Firenze, con scalo a Düsseldorf all’andata e a Zurigo al ritorno (Air Berlin, Darwin Airline). Infine partire dall’aeroporto di Roma Fiumicino costa 390 euro con, nuovamente, scalo a Madrid (Iberia). Tenerife



L’isola più grande dell’arcipelago delle Canarie, nasconde rare bellezze storiche e paesaggistiche. Ad esempio, Santa Cruz de Tenerife, la principale città, è un susseguirsi di ampi viali, piazze e palazzi, distante pochi chilometri dal sito Unesco San Cristóbal de La Laguna, prima città coloniale spagnola non fortificata, la cui struttura venne seguita per molte altre colonie in America. Imperdibile poi una visita al Parco Nazionale del Teide, bene protetto Unesco dal 2007, il più antico delle Canarie. Innumerevoli infine le spiagge che meritano un bagno: Playa de las Americas, Los Cristianos, El Medano, Playa de las Teresitas, El Bolluno e Playa San Marco.

Piuttosto salate le tariffe per raggiungere l’isola di Tenerife dall’11 al 24 agosto. Da Napoli si spendono 655 euro (Vueling Airlines), effettuando scalo a Barcellona; 450 da Bologna, con sosta a Madrid (Iberia). Le tariffe più economiche con partenza da Milano Linate e Bari, dal costo rispettivamente di 384 e 429 euro, prevedono invece ben due scali intermedi a tratta, a Roma Fiumicino e a Madrid. Partire invece da Roma Fiumicino costa 335 euro, effettuando scalo a Madrid (Alitalia).

Gran Canaria



Parchi, spiagge e zone archeologiche: l’isola di Gran Canaria è soprannominata “continente in miniatura” per la vastità di paesaggi che offre, mentre quasi la metà del suo territorio è stato dichiarato dall’Unesco Riserva della biosfera, una particolare qualificazione per la protezione dell’ambiente. Non mancano infatti i grandi parchi e le riserve naturali, come il Palmitos Park; le splendide aree balneari, come quella di Maspalomas, incorniciata tra le dune del Sahara; aree di interesse archeologico e culturale, tra cui il Museo e Parco Archeologico Grotta Pintada, una testimonianza sulla vita degli antichi abitanti dell’isola. Piccola curiosità: la città di Las Palmas, nella parte nord orientale dell’isola, è considerata dal dipartimento meteo della Syracuse University (Usa), come il luogo con il clima migliore del mondo: 17° in inverno e 25° in estate.

256 euro è la spesa per il viaggio partendo da Roma Fiumicino (Iberia), che prevede, sia all’andata che al ritorno, scalo intermedio a Madrid; 304 se l’aeroporto di partenza è quello di Linate (Iberia), e 369 se invece si decolla da Bologna (Iberia), con scalo a Madrid su entrambi i voli. Partire poi da Venezia costa 282 euro (Iberia, scalo a Madrid), 406 da Pisa (Alitalia, con scalo a Roma e Madrid). Minorca



È stata dichiarata dall’Unesco Riserva della biosfera e oggi, l’isola, conserva i resti delle popolazioni che nel corso dei secoli si sono susseguite: romani, greci, cartaginesi, inglesi e arabi. Mare e natura sono le due maggiori attrazioni di Minorca: a nord la costa è selvaggia e frastagliata, con spiagge brune e una scarna vegetazione, mentre a sud si fa più dolce, con baie e pinete. Tra le spiagge più belle spiccano Son Saura e Son Bou, con fondali turchesi e sabbia bianca. Da visitare anche la capitale Mahon, con chiesa gotica, Ciutadella, l’antica capitale con architetture arabe e medievali e Fornells, tipico villaggio di pescatori, famoso per la pesca di aragoste. Infine, tra le bellezze paesaggistiche e naturali, si distinguono il Parco S’Albufera des Grau, il Monte Toro e Es Pinaret, il luogo ideale per concedersi lunghe passeggiate nei boschi.

Partire dall’aeroporto milanese di Linate costa 625 euro (Iberia, Air Berlin, germanwings), effettuando scalo a Madrid all’andata e a Berlino al ritorno; mentre volare da Bologna e Firenze comporta una spesa di 393 e 450 euro, voli entrambi operati da Vueling Airlines, con scalo a Barcellona. 318 euro invece partendo da Fiumicino (Air Berlin, Iberia), con scalo a Barcellona lungo il viaggio di ritorno, 380 invece decollando da Torino, con sosta a Barcellona.

Maiorca



Durante i mesi estivi viene letteralmente presa d’assalto, e in effetti non è difficile capirne il perché. La più grande delle isole Baleari offre davvero tutto. Esperienze suggestive, tra cui l’esplorazione delle numerose grotte (quella del Drago è la più nota), e citta storiche e vivaci, come il capoluogo Palma di Maiorca, fondata dai romani nel 123 a.C. Ma anche tante aree incontaminate: l’arcipelago di Cabrera, con un fondale marino unico e il Parco naturale di Mondragò, che ingloba spiagge e pinete bellissime. Dove fare il bagno? Segnarsi i nomi di Es Trenc, 3 km di sabbia bianca, Es Pregons Grans ed Es Pregons Petits, due lingue di sabbia raggiungibili anche a piedi, Cala Figuera, circondata da falesie a picco sul mare e S’Arenal de Sa Rapita, amata da chi pratica windsurf.

Maiorca si raggiunge con 155 euro partendo da Roma Fiumicino (Air Berlin), dopo aver effettuato scalo a Düsseldorf ; 232 da Milano Malpensa (Lufthansa), volo che prevede scalo a Zurigo all’andata e a Francoforte al ritorno; 264 da Linate (Lufthansa) con scalo a Francoforte; 278 da Napoli (Air Berlin) con sosta a Berlino l’11 agosto e a Zurigo il 24 e 388 da Bari (germanwings, Vueling Airlines), con scalo a Stoccarda e Roma.

E veniamo adesso alle città, che prevedono, come si può immaginare, tariffe più economiche e agevoli rispetto alle isole.
Volare a Barcellona costa 111 euro partendo da Roma Fiumicino (Ryanair), 125 da Bergamo Orio al Serio (Ryanair), 245 da Firenze (Vueling Airlines) e 321 da Milano Linate (Alitalia).
Per raggiungere Madrid, invece, occorrono 194 euro partendo da Bergamo Orio al Serio (Ryanair) e Firenze (Swiss), quest’ultimo con scalo a Zurigo sia per l’andata che per il ritorno, e 198 decollando dall’aeroporto Ciampino di Roma (Ryanair).
Infine, prenotare adesso un volo per Valencia, costa 201 euro partendo da Ciampino (Ryanair, Air Europa), diretto all’andata e con scalo a Madrid al ritorno, 215 da Bergamo Orio al Serio (Ryanair), 266 da Bologna (Ryanair), 219 da Firenze (Swiss), con scalo a Zurigo e 344 da Torino (Lufthansa) con scalo a Francoforte.

© Of-Osservatorio finanziario riproduzione riservata