logo-mini

Pasqua lastminute tra mare, natura, tradizioni, sport ed enogastronomia

SOMMARIO

Si spendono circa 1.000 euro per trascorrere quattro giorni a Malta, 2.000 per un 5 stelle con area benessere a Zermatt, 3.700 per un vero e proprio viaggio a Tokyo. In alternativa si può andare in Andalusia per prendere parte alla Semana Santa di Siviglia o rilassarsi in Veneto alla scoperta delle più suggestive strade del vino. Ecco le proposte dell’ultimo minuto di OF per la Pasqua, sfruttando le offerte proposte online

Banner 300x250

Offerte Speciali
Amazon per Oftravel









Pasqua lastminute tra mare, natura, tradizioni, sport ed enogastronomia

Non è troppo tardi per pensare a qualche giorno di vacanza in occasione delle festività pasquali. Si può scegliere l’arcipelago di Malta, tutto da scoprire, il Giappone per fare “hanami”, ovvero ammirare la fioritura dei ciliegi, Siviglia dove si svolge la Semana Santa, Zermatt se si ama la montagna oppure i percorsi enogastronomici del Veneto. Queste le cinque proposte di OF, con qualche indicazione di viaggio.

Malta: non un’isola ma uno stupendo arcipelago


Pasqua sul mare in una località non eccessivamente soggetta al turismo italiano e in primavera tranquilla? Si può scegliere l’arcipelago di Malta, a solo un’ora e mezza di volo dall’Italia, con i suoi colori caldi come il miele, le sue cattedrali normanne e i palazzi barocchi, le acque cristalline e il forte legame con il Regno Unito (a partire dal fatto che si guida a sinistra). Alle due isole più grandi, Malta e Gozo, si affianca Comino, dove si trova soltanto un resort di lusso, nonché altre quattro isolette inabitate. Da vedere sono sicuramente la capitale, La Valletta, con almeno una cena nella zona esclusiva di Sliema, Mdina, l’antica capitale fortificata di Malta, nella zona centrale, i siti storici a sud est come i templi di Hagar Qim e Mnajdra, insieme alla grotta di Ghar Dalam. La zona nord occidentale dell’isola principale offre invece gite in barca, birdwatching, percorsi per passeggiare lungo la costa. Da non tralasciare una gita a Gozo e Comino.

Come arrivare e dove dormire. Non è difficile trovare voli low cost con destinazione Malta. Sul portale Lastminute sono disponibili ad esempio alcune offerte. Scegliendo di partire da Linate venerdì 14 e tornare lunedì 17, soggiornando al Radisson Blu Resort a St. Julian’s, moderno 5 stelle affacciato sul Grand Harbour di Malta e l’isola di Gozo, si spendono 1.039 euro ciascuno. Il costo comprende una camera deluxe per due con vista mare e colazione, volando con Alitalia e mettendo in conto uno scalo.

Tokyo e la fioritura dei ciliegi


Chi sta pensando non ad un weekend ma ad un vero e proprio viaggio lastminute alla scoperta di un’altra cultura può scegliere Tokyo: aprile è un mese magico in Giappone poiché è il periodo della fioritura dei ciliegi. Hanami, ovvero “ammirare i fiori” è il termine giapponese che si riferisce alla tradizionale usanza di godere di questo spettacolo della natura. I fiori dei ciliegi, in particolare, ovvero i sakura, iniziano a comparire sugli alberi alla fine di marzo per rimanervi fino a metà maggio. Non solo Tokyo ma anche altre località del Paese sono animate giorno e notte (gli alberi vengono illuminati) da eventi e da tutti coloro che accorrono per ammirare lo spettacolo. Nella capitale si può noleggiare un pedalò nel parco Chidorigafuchi, attorno al Palazzo dell’Imperatore, oppure si possono ammirare i fiori di ciliegio lungo le sponde del fiume Meguro, nel quartiere di Naka Meguro. Sulla collina di Ueno ci sono circa mille piante e uno stupendo viale di ciliegi lungo 300 metri, nel parco Shinjuku Gyoen si possono ammirare 1300 ciliegi di 65 varietà, nel parco Showa kinen fioriscono circa 1500 piante di 31 varietà. Tokyo è anche una metropoli tutta da scoprire, a partire dal Palazzo imperiale con i suoi giardini, il grande santuario shintoista Meiji, il celebre quartiere Shibuya, il tempio Senso-ji ad Asakusa, la zona di lusso Ginza e quella modernissima di Shinjuku.

Come arrivare e dove dormire. Per ammirare la fioritura dei ciliegi e trascorrere la Pasqua in Giappone si può partire sabato 15 e fare ritorno domenica 23. Prenotando il viaggio tramite eDreams, con volo Alitalia diretto da Malpensa e soggiorno all’Hilton Tokyo Odaiba, lussuoso e moderno 4,5 stelle, si spendono 3.726 euro ciascuno per una camera executive con colazione.

La Semana Santa di Siviglia


La scelta di chi preferisce rimanere in Europa e festeggiare come si deve la Pasqua può ricadere sulla città di Siviglia, dove fin dal Cinquecento si celebra in questi giorni la Semana Santa. Celebrazioni e processioni, ma anche momenti di musica ed eventi, iniziano la Domenica delle Palme, quest’anno il 9 aprile, per culminare nella giornata del 16. Si tratta della principale manifestazione religiosa e folkloristica andalusa insieme alla Feria de Abril, due settimane dopo la Pasqua (per il 2017, dal 30 aprile al 7 maggio). Sono migliaia gli abitanti di Siviglia che indossano l’abito del Nazareno e il capirote, il caratteristico copricapo a punta, portando in spalla immagini religiose. La devozione, i colori e la musica rendono coinvolgenti le decine di processioni che si susseguono per tutta la settimana. L’alba del Venerdì Santo rappresenta il momento più importante della settimana, il momento in cui sono portate in processione le statue più venerate.

Come arrivare e dove dormire. Si può programmare un weekend lungo a Siviglia in occasione della Pasqua dalla sera di giovedì 13 a lunedì 17. Expedia propone ad esempio il Barcelò Sevilla Renacimiento, 5 stelle sul lungofiume a 10 minuti a piedi da Teatro Central e Ponte di Alamillo. Più complicato è trovare i voli, dato che la città è molto gettonata in questi giorni (partire venerdì 14 è per esempio impossibile se non si vogliono affrontare viaggi molto lunghi). Volando da Orio al Serio con Ryanair si spendono 822 euro a persona, compreso il soggiorno in camera familiare.

Zermatt: per chi a Pasqua vuole sciare


Agli amanti della montagna OF consiglia di valutare una meta a pochi chilometri dai confini italiani, rinomata in tutto il mondo: Zermatt, cittadina di poco più di 5.000 abitanti alle pendici del Cervino, nel cantone vallese della Svizzera tedesca, zona vocata allo sci e alle escursioni. Il comprensorio può vantare 54 impianti di risalita e skilift (che arrivano fino ai 3.883 metri del Cervino) nonchè 360 chilometri di piste. La regione del Matterhorn glacier paradise, con il ghiacciaio del Plateau Rosa, è il comprensorio sciistico estivo più esteso e più alto d'Europa. Si possono inoltre praticare snowboard, sci di fondo, slittino, arrampicata sul ghiaccio, parapendio, escursioni come quelle al Palazzo di Ghiaccio, alla Gola del Gorner o ai giardini del ghiacciaio del Dorssen. I panorami mozzafiato che si possono ammirare dalle montagne che circondano Zermatt, gli ottimi ristoranti per una pausa pranzo o la cena e le eleganti strutture dove rilassarsi dopo l’attività sportiva fanno il resto. La valle è anche una delle più soleggiate della Svizzera, l’ideale per stare all’aperto. Una curiosità: si vedono poche automobili, la maggior parte delle quali ecologiche. Per chi vuole respirare per qualche giorno aria pulita.

Dove dormire. A Zermatt si può soggiornare per esempio al Mont Cervin Palace, 5 stelle inaugurato nel 1851, situato a 300 metri dalla stazione ferroviaria per chi predilige il viaggio in treno rispetto a quello in auto, dotato di piscina, area benessere di 1.700 metri quadrati, trattamenti estetici e due ristoranti. Una camera classic Alpine per due con colazione, da venerdì 14 a lunedì 17, costa su Booking 1.957 euro, il prezzo più basso rispetto agli altri hotel di lusso nella rinomata località svizzera.

Enogastronomia in Veneto


Chi desidera una Pasqua all’insegna dell’enogastronomia può scegliere come meta il Veneto, percorrendo alcune tra le 19 Strade del Vino e dei Prodotti Tipici della regione. Basta nominare Bardolino, Custoza, Recioto o Amarone perché ad intenditori ed appassionati si rizzino le orecchie. E basta pensare alle colline della Valpolicella per avvertire una sensazione di pace e relax. Tra i prodotti tipici ai quali vengono dedicati veri e propri percorsi gastronomici si annoverano il riso vialone nano veronese, il radicchio di Treviso e variegato di Castelfranco, l’asparago bianco di Cimadolmo. Lungo i tratti che si snodano tra i vigneti ci si può soffermare in cantine dove degustare i vini del territorio, ma si possono anche ammirare antiche chiese, ville sontuose, ristoranti dove gustare i piatti tipici locali. Al turismo enogastronomico si può abbinare la visita ad una città: Venezia, Verona, Padova, Vicenza, Treviso. Mete più di nicchia ma che meritano una visita sono Marostica, Bassano del Grappa e Valeggio sul Mincio. Per chi ha voglia di mare, Caorle, con le sue casette colorate, è una piccola perla.

Dove dormire. Si può soggiornare per esempio a Verona per tutta la durata del weekend lungo spostandosi in giornata oppure per una o due notti. Approfittando del prezzo scontato su Booking per l’Hotel Antica Porta Leona & Spa, 5 stelle nel cuore del centro storico a pochi minuti a piedi dall’Arena, con piscina e palestra, si spendono 832 euro per una camera superior per due da venerdì 14 a lunedì 17.

© OF Osservatorio Finanziario Riproduzione Riservata

StrumentiFoto, Video,
Cartine, Street View

La Cartina interattiva. I Video. Le Foto. La Street View, per essere già lì, nei luoghi e per gli Eventi in cui si parla nell'articolo.

Cartina

Foto/ Video

Street View