logo-mini

Mi ospiti in casa tua? Le migliori case vacanza tra America e Asia dai 33 euro al giorno

SOMMARIO

Affittare il grazioso appartamento di Roza, a New York a due passi da Manhattan. O l’eccentrico bilocale di Nicola, a Chicago, con opere d’arte moderna esposte. Oppure volare a Pechino da Miyo e soggiornare in una tipica abitazione inserita in un hutong. Cosa accomuna questi viaggi? Semplice: si risiede in casa di chi, in quei luoghi, ci abita davvero. Ecco cosa fare se quest’estate si sogna una vacanza più autentica e fuori dal coro

Banner 300x250

Offerte Speciali
Amazon per Oftravel









Mi ospiti in casa tua? Le migliori case vacanza tra America e Asia dai 33 euro al giorno

Leggi anche:
Mi ospiti in casa tua? Le migliori case vacanza in Italia (Roma, Firenze, Venezia…) dai 70 euro al giorno
Mi ospiti in casa tua? Le migliori case vacanza al mare in Italia dai 33 euro al giorno
Mi ospiti in casa tua? Le migliori case vacanza in Europa (Francia, Spagna, Grecia..) dai 40 euro al giorno
Mi ospiti in casa tua? Ecco dove si può prenotare

Vivere una vacanza da veri local. Non in hotel o strutture alberghiere, ma nelle case di chi, in quei luoghi, ci abita davvero. Un’esperienza molto caratteristica, ancor di più se ci si reca oltreoceano, avendo così modo di vivere ritmi, cultura e quotidianità del territorio. Con alcuni evidenti vantaggi, come quello di avere una fonte inesauribile di informazioni che il proprietario di casa sarà ben lieto di fornire. Consigli su dove mangiare, fare shopping, come muoversi e cosa visitare: il viaggio assumerà fin da subito una dimensione più personale e meno standardizzata.

Inoltre, avendo a disposizione la possibilità di cucinare in casa, l’uscita serale al ristorante diventerà un optional e anche chi, quando si trova all’estero, sente la disperata mancanza dei piatti italiani, potrà in questo modo sviare il problema.
Dove prenotare però questi alloggi? Tra i portali più popolari a fornire questo tipo di servizio compare Airbnb (a cui si aggiungono anche Homelidays e TripAdvisor), che propone un ventaglio di offerte vastissimo: 34.000 città di oltre 190 Paesi nel mondo.

E così, ad esempio, a New York, tra i quartieri di Greenwich Village e Soho, Richard affitta un appartamento per 2 da 119 euro a notte, completo di cucina, bagno e una luminosa area soggiorno, dotata di ampie vetrate, dove si possono liberamente utilizzare il suo stereo, la sua tv satellitare e la sua Xbox.



Richard assicura di provvedere personalmente alla spesa per la colazione, comprando tutto ciò che è di gradimento ai suoi ospiti. L’abitazione si trova inoltre a cinque minuti di cammino dalle linee A, C, E, B, D, F, M, 6, 1 e 9. Diciassette, in totale, le recensioni riportate dagli ex ospiti, che sottolineano la pulizia degli ambienti, le confortevoli dimensioni delle camere e la cordiale ospitalità di Richard.

Nell’Upper East Side della Grande Mela, Annie affitta invece un appartamento per 2 con cucina accessoriata, soggiorno con divano e zona pranzo.



A piedi si raggiunge Central Park, mentre a circa un isolato di distanza si trova la linea metropolitana 6. La struttura, il cui costo parte dai 148 euro a notte, ha ricevuto ottimi commenti: la posizione è invidiabile, nelle vicinanze di diversi negozi e ristoranti; gli ambienti sono arredati con cura e perfetti, nelle dimensioni, per una convivenza in due. Nello stesso quartiere, Roza mette invece a disposizione un elegante appartamento per 3, arredato nei minimi dettagli, con cucina equipaggiata, living room e bagno con ampia doccia.



Un po’ “fuori budget” il prezzo: si parte dai 262 euro a notte, ma chi l’ha provato promuove Roza a pieni voti: la proprietaria è disponibile ma mai invadente, sempre pronta a far sentire a proprio agio i suoi ospiti e a consigliare posti nuovi dove mangiare o fare shopping. La posizione, poi, rappresenta un altro punto forte: la casa si trova a breve distanza da Manhattan.

Se ci si sposta invece a San Francisco, Mario, un italiano espatriato, concede, per 151 euro a notte, il suo moderno appartamento per 2, ubicato nel quartiere Hayes Valley.



La zona soggiorno sembra essere la parte forte della casa: ampie finestre ed equipaggiata di Apple tv, tv satellitare e lettore DVD, che Mario mette a libera disposizione dei suoi ospiti. Presente anche un giardino, molto apprezzato nei commenti dei viaggiatori, che hanno inoltre premiato pulizia e posizione, nelle immediate vicinanze di numerosi locali ed eclettici negozi. Mario, inoltre, si è dimostrato molto ospitale e c’è chi ci è tornato già una terza volta.

Quanto costa invece soggiornare a Chicago? 190 euro a notte se si sceglie la casa di Nicola, un appartamento un po’ estroso per 5 persone, nel quartiere di Little Italy, a dieci minuti di cammino dalla Pink Line, in un’area piena di negozi vintage e gallerie.



Perché estroso? Il nome dice tutto: Artist’s Loft/Gallery e in effetti l’abitazione è ricca di colorate opere d’arte moderna che si sposano perfettamente con gli arredi della casa. Ben 73 le recensioni di chi vi ha soggiornato, promuovendo lo stabile per dimensioni, ordine, pulizia, posizione e cordialità infinita di Nicola. Se si lasciano gli Stati Uniti e si approda in Messico, ecco due interessanti proposte: a Cancun, Federico, giovane italiano trasferitosi qui, affitta un appartamento per 6, situato in un moderno stabile, a cinque minuti dalla spiaggia e vicino alla piazza Los Americas, con piscina e palestra in comune.



Gli utenti che vi hanno soggiornato, oltre a sottolineare la cordialità e la simpatia di Federico, hanno apprezzato l’ampia cucina moderna, la connessione internet gratuita e la posizione agevole. Il costo per l’abitazione parte dai 72 euro a notte: ipotizzandovi un soggiorno dall’11 al 17, si spendono 649 se si è in sei, 503 se si è in due.

Si vogliono invece esplorare le bellezze di Città del Messico? Juan Carlos propone varie soluzioni per 2 o 4 persone. Se ad esempio si viaggia in coppia, per 53 euro a notte, si può soggiornare al The Vestry, appartamento situato nel centro storico della città, di cui le recensioni premiano gli ampi spazi e la comodità della posizione.



Gli altri stabili di proprietà di Juan Carlos, sono The duplex per 4 persone (61 euro a notte), Legendary per 4 persone (57 euro) e Full Studio per due persone (53 euro).

E questo nuovo modo di viaggiare ha ormai contagiato tutto il globo. Anche l’Oriente.
Tokyo, distretto di Shimokitazawa: Chieko affitta un moderno appartamento per 2 di 25 mq a 101 euro a notte.



Questa zona, giudicata come l’astro nascente dei quartieri bohémien della capitale giapponese, è confinante con il più conosciuto Shibuya, da cui dista circa 5 minuti di treno, tra le zone più dinamiche di Tokyo e frequentatissimo dai giovani, dove trovano sede il santuario shintoista Meiji Jingu, il Museo d’arte Toguri e Shibuya 109, il centro commerciale più famoso della città. Chi è stato ospite della signora Chieko assicura che lo spazio dell’abitazione, pur essendo ristretto, è sufficiente per viverci in due, gli ambienti sono essenziali ma puliti e la proprietaria è estremamente gentile e premurosa. Spostandosi invece in Cina, a Pechino, Miyo, per 52 euro al giorno, mette a disposizione un appartamento per 3 persone, che si trova in un hutong, il vicolo stretto tipico della città, solitamente formato da file di siheyuan, le abitazioni cinesi a corte.



La casa contiene una piccola area soggiorno, cucina e camera da letto soppalcata. A 10 minuti di cammino si raggiungono invece le linee metropolitane 5 e 2, una posizione giudicata ottimale da chi vi ha soggiornato, aggiungendo che nei dintorni si trovano moltissimi locali e ristoranti. Inoltre, riportano i viaggiatori, gli ambienti della casa sono molto puliti e Miyo è andato incontro alle esigenze dei suoi ospiti, ad esempio conciliando orari di check-in e check-out con quelli dei voli.

A Shanghai, invece, per 68 euro a notte, si può prenotare nella casa di Jenny, ubicata nel quartiere Xuhui, vicina alla stazione metropolitana Changshu Lu e compresa nell’area della French Concession.

Guarda il video su Shanghai


Lo stabile, di recente ristrutturazione, presenta pavimento in legno, ampia cucina accessoriata e un notevole soggiorno.



I suoi ospiti hanno apprezzato la vicinanza con ristoranti e locali, pur essendo situato in una zona tranquilla. E poi tantissime parole di ringraziamento e gratitudine per Jenny, definita come la padrona di casa ideale.

Volando infine in Thailandia, precisamente nella sua capitale, Bangkok, Liza e Dimitri, una coppia che non vive più in questa città, concedono il proprio appartamento da 4 persone per 46 euro a notte.



Il quartiere è quello di Ratchathewi/Phaya Thai, nel cuore di Bangkok, a breve distanza dal Siam Paragon, uno dei centri commerciali più grandi di tutta l’Asia. Lo stabile in cui si trova l’appartamento è dotato anche di parcheggio privato, piscina, centro fitness, sauna e sicurezza 24 ore su 24. Dalle recensioni si evince inoltre che l’immobile è di recente costruzione, mentre l’appartamento è confortevole e pulito. Liza e Dimitri sono poi velocissimi a rispondere alle mail e, nonostante non vivano più qui, si sono mostrati molto disponibili nell’aiutare e indirizzare i propri ospiti nell’esplorazione di Bangkok.

Ed ecco infine l’appartamento più economico di questo elenco. Si trova nuovamente a Bangkok, nel quartiere di Sathorn, vicino al porto, dal quale si raggiungono, in circa 15 minuti di navigazione, bellezze come Wat Po, Wat Arun, Golden mountain Temple e il mercato dei fiori.



Il costo? Solo 33 euro a notte per coppia. L’appartamento di 42 mq, che appartiene a una giovane ragazza di nome Ann, ospita due persone e si trova al 14° piano di uno stabile da poco ristrutturato, che include anche wifi, piscina, sauna e palestra. Gratuitamente, Ann è disposta ad aggiungere un terzo letto. Chi vi ha soggiornato (23 in tutto le recensioni) ha apprezzato l’ampia cucina accessoriata, la vicinanza con i mezzi pubblici e la disponibilità di Ann, puntuale ed esauriente nel rispondere alle mail.

» Torna alla homepage dello speciale

© Of-Osservatorio finanziario riproduzione riservata