logo-mini

Vacanze da re (da 88 a 476 euro)

SOMMARIO

Qui soggiornarono i duchi d’Austria, Emanuele Filiberto d’Aosta, Giacomo Casanova e le più importanti famiglie italiane, dai Visconti ai Malatesta, dai Pallavicino agli Scaligeri. Le antiche dimore nobiliari si aprono e diventano il luogo dove trascorrere un week end a 5 stelle. Ma senza necessariamente svuotare il portafoglio: con 70 euro si pernotta al Castello di Spessa, dimora dei ricchi friulani; ne bastano 89 per Castel Pergine, residenza dei duchi d’Austria e 115 per Castel Razzano, relais nel Monferrato

Banner 300x250

Offerte Speciali
Amazon per Oftravel









Vacanze da re (da 88 a 476 euro)

Leggi anche:
Vacanze da re nel centro e sud Italia dai 45 ai 590 euro
Week end ospiti da Enrico VIII, la Regina Vittoria e Grace Kelly da 100 a 700 euro

Un tempo antiche dimore nobiliari, oggi resort lussuosissimi.
Al loro interno hanno ospitato le più potenti e aristocratiche famiglie italiane, i Visconti, i Malatesta, i Pallavicino e gli Scaligeri, e hanno visto soggiornare importanti personalità, da Emanuele Filiberto, a Giacomo Casanova, passando per i duchi d’Austria.

Residenze sfarzose che in passato hanno vissuto periodi di grande splendore, e si fanno oggi porta bandiera di un turismo ricercato, che coniuga il relax a una buona proposta culturale e ricreativa. Ecco quali sono gli antichi possedimenti nobiliari, dove è possibile soggiornare nel nord Italia, per passare una notte da veri nobili.

Castello Bevilacqua, Veneto



Fu costruito nel 1336 dagli Scaligeri, signori di Verona, per difendersi dalle signorie rivali, gli Estensi e i Carraresi. Restaurato durante gli anni Novanta dalla famiglia Cerato, è oggi un magnifico relais quattro stelle (foto di copertina) che ospita al suo interno sette suite, una diversa dall’altra, dove rivivere un’atmosfera d’altri tempi ma con il comfort moderno.

I prezzi per i soggiorni variano in base alla suite scelta: si va dai 160/230 della Junior Suite Standard Duchessa, che oltre agli arredi dell’epoca offre anche vasca in ghisa e Tv LCD con Sky Gold, ai 250/320 euro della Junior Suite Royal Gregorio II, con letto a baldacchino, vista sui colli euganei, vasca idromassaggio e servizio colazione in camera.

Ma, con le offerte presenti, è possibile mitigare il conto finale. Ad esempio, con il pacchetto Romance, due notti in Junior Suite Standard con colazione e cena a lume di candela, costano 210 euro infrasettimanale, 275 durante i week end; mentre il pacchetto Classic 2 notti comprende due colazioni e cena a 4 portate a 190 euro infrasettimanale, 250 nel fine settimana.



Castel Brando, Veneto



Sorge nel borgo medievale di Cison di Valmarino, tra Venezia e le Dolomiti, e rappresenta uno dei più grandi e antichi castelli europei. Di origine antichissima (risalirebbe al periodo delle invasioni barbariche), nel corso dei secoli appartenne a molte signorie locali, tra cui quella dei Caminesi.
Oggi ospita 80 camere, tra suite e appartamenti, ubicati in tre contesti diversi: all’interno del castello, presso la dependance e nella Villa Marcello Marinelli, sulla piazza principale del paese, collegate al castello tramite funicolare panoramica.

Guarda il video di DMAX su Castel Brando


Il castello ospita anche due ristoranti (il Sansovino e La Fucina) e un’area Spa&Wellness con saune finlandesi, percorso Kneipp, sala fitness, area relax e terrazzamenti prendisole, oltre a offrire vari trattamenti di bellezza. Con il pacchetto Gourmet & Spa, si cena al Sansovino con champagne e si ha l’ingresso alla Spa oltre due trattamenti di coppia, a 185 euro a persona, dal giovedì alla domenica. Mentre, con 320 euro per due persone si soggiorna nella Dependance Cottage Double Room, dal 16 al 18 maggio, situata a valle alla partenza funicolare, con splendida vista sul castello e sulle colline circostanti. Castello di Spessa, Friuli Venezia Giulia



Tra i colli di Capriva, nel comune di Cormòns (Gorizia), sorge il Castello di Spessa, del XIII secolo, circondato da un maestoso parco, dove crescono querce, cipressi, lecci, aceri, tigli, platani, safore e gelsi e dove, dal 2010, è stata tracciata una romantica passeggiata suddivisa in 10 tappe. Nei secoli è stata la dimora dei nobili friulani e ha ospitato personaggi come Emanuele Filiberto d’Aosta e Giacomo Casanova.

Le soluzioni per soggiornare in questa storica dimora sono diverse: ci sono le eleganti camere da letto (dai 36 ai 40 mq) con mobili di fine ‘700 e ‘800 (205 euro a notte per coppia); due junior suite con jacuzzi e vista sul parco, oltre ai raffinati arredi (260 euro); le suite, a cui è interamente dedicata un’ala del castello con due camere matrimoniali (310 euro) e i loft, di 160 mq, veri e propri appartamenti dotati di ogni comfort, con cucina attrezzata, salotto e due camere matrimoniali.

È inoltre possibile dormire negli Appartamenti nelle Vigne, sei ambienti in stile rustico ricavati da un antico cascinale del castello e immersi nel verde, con un costo di 70 euro a persona al giorno; e nella Boatina, una villa circondata da 80 ettari di proprietà, a 3 km dal castello, che ospita 5 camere in B&B a 88 euro la coppia a notte (62 per uso singolo, 120 la tripla). Infine, ai piedi del castello, dagli antichi rustici è stato ricavato il ristorante La Tavernetta, che include anche 10 camere dai 92 ai 180 euro. Nel parco si inserisce anche il Country Golf Club con 18 buche.

Castel Pergine, Trentino Alto Adige



Appartenne per molto tempo ai duchi d’Austria, durante i regni di Margarete Maultasch e dell’imperatore Massimiliano I, mentre nel 1531 entrò nei domini dei Principi Vescovi di Trento. Dal 1900 il castello si aprì all’attività alberghiera, dopo importanti opere di restauro. Ubicato nel comune di Pergine Valsugana (Trento), si erge sul Colle del Tegazzo, circondato da boschi e prati.

Guarda il video su Castel Pergine


20 le camere, di cui, quelle al piano superiore, hanno conservato l’aspetto originale del 1910, mentre quelle al pian terreno sono state restaurate lo scorso anno. Costa 89 euro a persona, a notte, soggiornare nelle camere con i servizi privati, includendo anche colazione e cena; 99 se si dorme nelle torri. Nella Sala Nera si trova invece un ristorante che serve le specialità trentine, che propone tre tipologie di menu: del giorno, trentino e stagionale, dai 34 ai 48 euro. Castello dal Pozzo, Piemonte



Risale all’anno Mille e rinacque dalle ceneri di un antico castrum romano. Dopo varie peripezie, venne recuperato dai Visconti per ricavarne un palazzo residenziale, e, diventato infine proprietà della famiglia Dal Pozzo d’Annone, fu il marchese Claudio che iniziò le opere di ristrutturazione, ispirate allo stile gotico Tudor. Oggi l’imponente hotel 5 stelle, che si trova nel comune di Oleggio Castello (Novara), racchiude 30 eleganti camere in grado di offrire ogni comfort.

L’offerta Fuga Romantica a Palazzo, offre notte e cena a lume di candela, a 359 euro per due persone, scegliendo ad esempio il 17 maggio. Costa invece 476 euro a coppia se si prenota liberamente dal 9 all’11 maggio, con colazione inclusa.
Prenotando dal sito si ottiene uno sconto del 10% sul ristorante Le Fief, oltre al parcheggio gratuito.

Castello di Razzano, Piemonte



Un relais immerso nella bellezza del Monferrato, situato nella frazione di Casarello, in provincia di Alessandria, sorto da una residenza del 1697 costruita su fondamenta medievali. Appartenne alla famiglia dei Marchesi Natta, mentre nel 1700 passò ai Caligaris, che mantennero la proprietà per due secoli ininterrotti, fin quando non subentrò la famiglia Olearo, con la quale iniziarono i lavori di valorizzazione e restauro.

Le camere, curate nei minimi dettagli, si suddividono tra matrimoniali classiche (115 euro a notte per due persone, colazione inclusa), junior suite (130), suite (150) e superior suite (200). Il Castello organizza inoltre visite guidate, corsi di cucina, tartufaie (la raccolta del tartufo) e passeggiate a cavallo, per vivere a 360° la bellezza di queste terre.

Castello di San Gaudenzio, Lombardia



Tipico esempio di castello quattrocentesco lombardo, progettato per scopi difensivi e divenuto poi dimora nobiliare, il Castello di Gaudenzio, sorge nel comune di Cervesina, in provincia di Pavia. A circondarlo un parco romantico, dove crescono platani, frassini magnolie e pioppi, tra statue, tempietti e sentieri. Oggi l’antica residenza ospita un hotel 4 stelle che dispone 45 camere, con interni cinque-seicenteschi, dove la suite è stata ricavata dall’antica camera padronale. Costa 180 euro a notte la matrimoniale, 220 il lussuoso appartamento con salotto, 250 l’appartamento in stile barocco e 260 l’appartamento situato nella torre, disposto su due piani. Il supplemento per la prima colazione ammonta a 10 euro a persona. All’interno del resort, oltre a un ristorante tipico, si trova anche l’area wellness, con piscina, solarium e palestra, mentre, a poca distanza dall’hotel, si trovano le Terme di Rivanazzano (ingresso 3 ore: 32 euro).

Castello di Scipione dei Marchesi Pallavicino, Emilia Romagna



A pochi minuti da Salsomaggiore Terme, nel borgo medievale Scipione Castello, tra le verdissime colline della provincia di Parma, si trova uno tra le più antiche fortezze della regione: il Castello di Scipione dei Marchesi Pallavicino. Le sue origini risalgono al 1025, quando Alberto Pallavicino ne progettò la costruzione per scopi difensivi.

Guarda il video sul Castello di Scipione


Oggi, al suo interno, si trovano due suite di charme, Suite Azzurra e Suite Verde, con ingressi indipendenti, mobili d’epoca e viste panoramiche sulle colline circostanti.

La prima, inserita nella torre trecentesca, è disposta su due piani, comprendendo salotto con vista, cucina, bagno con vasca in stile antico, e costa 200 euro a notte (170 a notte per soggiorni di 3 notti, 140 per 7). La seconda, situata accanto all’antico ingresso, ospita letto a baldacchino, soffitti seicenteschi, angolo cottura in marmo, bagno in marmo di Carrara con box doccia in cristallo, presentando i medesimi prezzi della precedente camera. Il Castello di Scipione è un ottimo punto di partenza per visitare i vicini borghi medievali, programmare escursioni, percorsi gastronomici oppure concedersi un po’ di relax nelle vicine Terme di Salsomaggiore.

Palazzo Viviani Castello di Montegridolfo, Emilia Romagna



Nell’antico borgo medievale di Montegridolfo, nella provincia di Rimini, si trova il Castello di Montegridolfo, dove un tempo si trovava la linea che delimitava i possedimenti delle casate dei Malatesta e dei Montefeltro. Nel XIII la famiglia dei Gridolfo lo scelse come dimora, e nello stesso periodo iniziarono le lotte tra le casate che portarono più volte la residenza a essere oggetto di saccheggi. Solo nel XVI secolo tornò la quiete e il castello diventò dominio della famiglia Malatestiana.

Oggi l’ospitalità del castello si mostra come un albergo diffuso, con diverse soluzioni, 54 in tutto, disseminate tra le mura medievali del borgo: otto esclusive suite si trovano all’interno del Palazzo Viviani, vari appartamenti si situano tra il borgo antico e il borgo degli Ulivi, e infine camere matrimoniali con piscina all’aperto si trovano nella Casa del Pittore.

Ipotizzando un soggiorno di due notti, dal 9 all’11 maggio, i prezzi ammontano a 158 euro per due persone optando per la matrimoniale nella Casa del Pittore, 200 per la suite nel Borgo Antico, 300 per la matrimoniale e la deluxe suite a Palazzo Viviani. Se si paga al momento della prenotazione, con tariffa non rimborsabile, si risparmia il 25%: 118 euro per la camera nella Casa del Pittore, 150 per la suite nel Borgo Antico.

© Of-Osservatorio finanziario riproduzione riservata